Home > Alpinismo > Davvero ad Aosta non c’è un museo della montagna?

Davvero ad Aosta non c’è un museo della montagna?

Davvero ad Aosta non c’è un museo della montagna? Davvero Aosta non è una città di montagna?

Queste due domande sono chiaramente provocatorie e mi sono venute in mente dopo che, negli ultimi due anni, ho avuto la fortuna di poter viaggiare per lavoro attraverso territori del tutto simili alla Valle d’Aosta. Conoscere altre realtà di montagna mi ha permesso di capire ancora meglio la nostra e mi ha reso consapevole del fatto che, da noi, ogni tanto la montagna sia trattata quasi come un elemento marginale.

Aosta è l’unico capoluogo regionale dal quale si può vedere un quattromila, il Grand Combin (4.314 mt), e intorno alla città si erge un anfiteatro di montagne di tutto rispetto. Aosta è l’unico capoluogo regionale dal quale si può prendere una funivia ed essere sulle piste da sci in poco più di un quarto d’ora (17 minuti per la precisione).

Eppure, camminando per le vie di centro della città non si respira l’atmosfera che forse le splendide cime che la circondano meriterebbero: non si trovano i luoghi che le raccontino e le valorizzino, che spieghino la loro storia e le gesta epiche delle conquiste di queste e delle altre formidabili montagne della nostra regione. Il Monte Bianco, il Cervino, il Gran Paradiso, il Monte Rosa, solo per citare le principali, ci fanno conoscere a livello internazionale, attirano appassionati da tutto il mondo e contribuiscono in maniera determinante al successo turistico della nostra regione.

Perché allora nel nostro capoluogo non c’è traccia di questa vocazione montana?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *