Home > Montagna > Storia della nascita di una passione

Storia della nascita di una passione

Pila, Valle d'Aosta

E’ iniziato tutto circa un anno fa a Pila, stazione sciistica a 15 minuti di ovovia da Aosta.

Era da parecchio tempo che non mettevo gli sci ai piedi, complici un ginocchio operato ai legamenti, l’eccessivo fastidio per il freddo e una passione smodata per il golf che mi aveva fatto passare gli ultimi inverni sui green piemontesi (spesso e volentieri più ghiacciati delle piste).

L’idea di provare lo scialpinismo è nata grazie a diversi amici, grandi appassionati ed esperti della disciplina: in particolare due maestri di sci, Michel e René, che hanno guidato i miei primi passi e mi hanno dato i primi preziosi consigli.

Preso da un eccesso di noia durante le vacanze di Natale, affitto l’attrezzatura, recupero in qualche modo l’abbigliamento adeguato e, accompagnato da René, mi lancio sulle piste. Forse lanciarsi non è proprio il termine più corretto, dato che ci aspetta subito una bella salita.

Partiamo, non sono per niente allenato. Mi pervadono varie sensazioni: ovviamente, faccio fatica, ma è una fatica positiva, che libera la mente da qualsiasi pensiero. E poi siamo immersi in un paesaggio meraviglioso. Una splendida giornata di sole ci permette di godere appieno del panorama sulle montagne della Valle d’Aosta, dal Bianco al Cervino.

Arrivati all’obiettivo prefissato, ci aspetta la discesa. Non essendo mai stato un grande sciatore, dopo anni di assenza dalle piste, sono piuttosto preoccupato. Tolgo le pelli, chiudo gli scarponi e parto. Prendo velocità, faccio due curve, mi sento bene! Che sia come andare in bicicletta? Forse. Riprendo subito confidenza con il mezzo e seguo René verso il meritato pranzo.

Finita la giornata, mi porto a casa delle ottime sensazioni, una fiammella si è accesa: la montagna, il sole, gli amici. Gli ingredienti per coltivare una nuova passione ci sono tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *